WIF - La Community Italiana di The Battle for Wesnoth

Wesnoth Italian Forum
La Community Italiana di The Battle for Wesnoth uno dei migliori giochi multiplayer online gratis open source, a turni di ambientazione fantasy. Iscriviti a wifper partecipare ai tornei online, allo sviluppo di nuove estensioni (campagne, mappe, ere, scenari, fazioni) e a tutte le iniziative di w.i.f. per questo meraviglioso gioco strategia . Giocare gratis on line non è mai stato più facile.

Se stai cercando giochi multiplayer online, giochi di strategia, giochi a turni, giochi open source, giochi gratuiti o giochi fantasy, vieni a giocare online in multiplayer con noi! Questo è il forum che cercavi.
15 Dicembre 2017, 13:16:30 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 Notizia
VENITE A TROVARCI NELLA CHAT DI W.I.F.
- per organizzare partite ed incontri Ghigno  -
Ti aspettiamo!
Ricerca avanzata  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Torneo 2015 - Cronache Semifinali  (Letto 408 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Dret
L'Occhio sopra di Voi!
Amministratore
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1288



« inserita:: 13 Agosto 2015, 00:07:28 »

Si sono concluse le semifinali

Il verdetto del campo ha decretato vittoria per entrambi i veterani e due volte campioni di WIF luigit e baro_st.
I due si contenderanno ora il titolo di Campione 2015 e il record di vittorie assolute!!

Onore ai due opponenti tupp e Dorimen che si contenderanno il terzo posto nella finale minore

Di seguito le cronache!


baro_st vs tupp

I vortici sono il centro dell'attenzione nei primi turni dello scontro. Tupp con le armate rosse ammassa unità in prossimità dei passaggi dimensionali; baro dal canto suo manda ricognitori per controllare le mosse nemiche e prendere contromisure adeguate.
Al quinto turno, approfittando delle tenebre, tupp lancia un assalto massiccio su fronti distinti: il vortice nord e le terre a sud. La risposta di baro non si fa attendere ma tupp rimane in leggero vantaggio dopo il contrattacco. Lo scontro diventa subito totale ed entrambi i leader sono mossi in prima linea a supportare le unità più avanzate. Al sesto turno tupp non riesce a sfondare sul fronte nord mentre a sud, se pur in superiorità numerica, espone il suo leader agli attacchi avversari per disporre di un vantaggio offensivo. E' nei due turni successivi che si decide la partita: tupp lancia un assalto su tutti i fronti tentando uno sfondamento su larga scala, l'intento sembra quello di una vittoria tattica ma baro contrattacca con altrettanto ferocia. Anche se i due eserciti sono numericamente equivalenti, tupp paga ora l'esposizione del suo leader che, ripetutamente ferito, rischia l'abbattimento. Baro ha trovato il punto debole dell'attuale schieramento avversario ed è deciso a non lasciarsi sfuggire l'occasione: comincia così la caccia al leader rosso tagliato fuori dal villaggio più vicino. Tupp intuisce il pericolo e accelera le manovre: si fa largo sui portali e invia unità verso le sorgenti magiche ma è anche costretto a coprire la ritirata del suo leader con il resto delle unità alleate. E' una lotta contro il tempo: al turno nove tupp mette al riparo il leader ferito presso una delle sorgenti magiche al centro della mappa mentre si fa largo su tutti i fronti terrestri per proteggere la sua posizione. Baro tenta allora il tutto per tutto: ha un cavaliere e un grifone che potrebbero dare il colpo decisivo al nemico ma deve prima abbattere i difensori che gli sbarrano la strada. Al decimo turno il destino emette il suo verdetto, baro elimina gli ultimi baluardi a difesa del leader rosso e lo termina aggiudicandosi la partita.
Una delle migliori partite viste fino ad ora: veloce, imprevedibile e con un finale adrenalinico.


luigit vs Dorimen

Parte Dorimen con i vessilli bianchi. Nei primi turni l'attenzione sembra catalizzata sui fronti terrestri; i vortici sembrano essere lontani dalle mire di entrambi i contendenti. Il primo assalto conferma le intenzioni della vigilia con Dorimen che avanza su entrambi i fronti portando a casa un paio di abbattimenti e l'accerchiamento di alcune unità nemiche sul lato sud. Luigit non si scompone, porta il leader in attacco e restituisce gli onori di casa al suo avversario ma ritirandosi nel contempo dal fronte nord. Al calar delle tenebre è Dorimen ad avere un unità bloccata a sud: tenterà un attacco al leader senza successo poi deciderà per un prudente ritiro in posizione difensiva tanto a sud quanto a nord. Luigit è sotto di un unità e di villagi: tenta quindi un incursione nella zona sud dove è in supremazia numerica, ma il suo attacco non è particolarmente incisivo. La risposta di Dorimen si concentra a sud, cercando di mantenere la posizioni ma in generale i suoi spostamenti tradiscono un mal celato interesse per una vittoria tattica. Luigit concentra tutto lo sforzo bellico sul lato meridionale e materializza un attacco poderoso con risultati devastanti per Dorimen che perde varie unità e vede circondate le poche malconce sopravvissute. Luigit ha ora la parità territoriale, la supremazia aerea e quella delle truppe totali. Dorimen impiega il settimo turno per riordinare le fila ma è costretto a indietreggiare anche dal lato nord, dove cercava la via per le sorgenti più lontane. Luigit dilaga a sud mentre prepara uno sbarramento contro eventuali sortite a settentrione. Le truppe bianche tentano di sfondare a nord verso la sorgente settentrionale,  supportate anche da un attacco terrestre a ridosso della fortezza rossa. Ma Luigit è implacabile: manda una coppia di draghi a compromettere seriamente le speranze avversarie in una vittoria tattica mentre finisce di ripulire il settore sud dagli ultimi vessilli bianchi. Dori non molla e cerca ancora la via del nord per le sorgenti ma non sfonda. Luigit dilaga a sud e di fatto stronca ogni possibilità di vittoria tattica per l'avversario mentre si prepara ad assediare il leader bianco.
A Dorimen non rimane che salvare l'onore tentando un assalto disperato alla fortezza nemica e preparandosi a difendere la propria.
Un impresa impossibile ma portata avanti con grande caparbietà che terrà impegnato Luigit per altri tre turni. La fine però arriva al dodicesimo per leaderkill.
Partita molto bella, un'altra candidata alla migliore della stagione.
Registrato

Non fatevi prendere dal Panico!!
Ghigno
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a: