WIF - La Community Italiana di The Battle for Wesnoth

Wesnoth Italian Forum
La Community Italiana di The Battle for Wesnoth uno dei migliori giochi multiplayer online gratis open source, a turni di ambientazione fantasy. Iscriviti a wifper partecipare ai tornei online, allo sviluppo di nuove estensioni (campagne, mappe, ere, scenari, fazioni) e a tutte le iniziative di w.i.f. per questo meraviglioso gioco strategia . Giocare gratis on line non è mai stato più facile.

Se stai cercando giochi multiplayer online, giochi di strategia, giochi a turni, giochi open source, giochi gratuiti o giochi fantasy, vieni a giocare online in multiplayer con noi! Questo è il forum che cercavi.
20 Giugno 2018, 17:44:44 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 Notizia
VENITE A TROVARCI NELLA CHAT DI W.I.F.
- per organizzare partite ed incontri Ghigno  -
Ti aspettiamo!
Ricerca avanzata  
Pagine: 1 2 [3]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Una "Nuova" razza da tradurre  (Letto 807 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Argesilao
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 205



« Risposta #30 inserita:: 17 Maggio 2018, 19:10:08 »

Stavo pensando che forse si può indulgere a nomi che hanno riferimenti storici, geografici e mitologici nel mondo reale; in fondo esistono già un Merman Hoplite ed un Naga Myrmidon.

L'importante è che il termine usato abbia un significato generalmente univoco e attinente alle caratteristiche del personaggio a cui viene abbinato.

Argesilao il Beduinofilo
 
Registrato

Quello che non ti uccide ti rende più menomato

Il caso non esiste, esiste solo l'inevitabile
(Yuko Ichihara)

Sai tu qual sia in questa nera valle la risultanza ed il premio di ogni sacrifizio umano? Calci nel deretano!
(Brancaleone da Norcia)
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1535


Il Lucertolino


« Risposta #31 inserita:: 17 Maggio 2018, 23:43:38 »

Stavo pensando che forse si può indulgere a nomi che hanno riferimenti storici, geografici e mitologici nel mondo reale; in fondo esistono già un Merman Hoplite ed un Naga Myrmidon.
Non vedo una completa corrispondenza nel tuo ragionamento: il problema è quando si esce dalla mitologia e si va a far riferimento direttamente al reale...
Oplita = tipo di soldato, ovviamente non c'è problema nell'usarlo come non c'è problema ad usare Cavaliere, Lanciere, Spadaccino, Arciere.
Mirmidone = popolazione mitologica, con nessun riferimento storico diretto a popolazioni reali, ed è come usare Elfo, Nano, Nereide, o lo stesso Naga. Più che altro, mi chiedo cosa c'azzecchi questo termine (greco) con i Naga - di chiara ispirazione indiana. Ma questo è un problema a monte.
Beduino = popolazione realmente esistente nel passato e nel presente.

Mi dispiace di essere sempre io ad affossare la tua idea  Bocca cucita, ma ancora non sono convinto e le argomentazioni di cui sopra non sono congrue. Aspetto migliori argomenti per convincermi della bontà di tale traduzione.  Triste
Registrato
Argesilao
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 205



« Risposta #32 inserita:: 18 Maggio 2018, 22:29:21 »

Oplita = tipo di soldato, ovviamente non c'è problema nell'usarlo come non c'è problema ad usare Cavaliere, Lanciere, Spadaccino, Arciere.

Si, ma è un tipo di soldato tipico ed esclusivo della grecia e delle sue colonie nella limitatezza temporale del periodo classico. Mentre Cavalieri, lancieri, spadaccini ed arcieri sono tipi di soldati diffusi in tutti gli eserciti del mondo, eschimesi a parte che non possiedono cavalli, ed infatti schierano, nelle loro file (almeno quando si radunano in abbastanza da formare una fila, cioé almeno in due) gli orsibianchieri  Ghigno

Beduino = popolazione realmente esistente nel passato e nel presente.

In realtà il termine beduino deriva da una parola araba che voleva dire, più o meno: coloro che vivono gironzolando per le vaste lande desertiche in cui a nessun altro verrebbe voglia di gironzolare; ed il termine serviva a distinguere le popolazioni nomadi da quelle stanziali, per le quali veniva usato un altro termine; quindi il termine si riferisce ad uno stile di vita, non ad un gruppo etnico preciso, anche se poi ha finito per diventare, nell'uso comune, sinonimo di alcuni gruppi etnici peraltro di varia origine, ma di comuni usanze, diffusi dalle colonne d'Ercole alle pianure dell'Indo. Quindi, qualora risultasse che i dunefolk avevano abitudini nomadi ecco che il termine beduino risulterebbe particolarmente calzante ed appropriato. Linguaccia


Registrato

Quello che non ti uccide ti rende più menomato

Il caso non esiste, esiste solo l'inevitabile
(Yuko Ichihara)

Sai tu qual sia in questa nera valle la risultanza ed il premio di ogni sacrifizio umano? Calci nel deretano!
(Brancaleone da Norcia)
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1535


Il Lucertolino


« Risposta #33 inserita:: 19 Maggio 2018, 12:26:30 »

Oplita
Si, ma è un tipo di soldato tipico ed esclusivo della grecia e delle sue colonie nella limitatezza temporale del periodo classico. Mentre Cavalieri, lancieri, spadaccini ed arcieri sono tipi di soldati diffusi in tutti gli eserciti del mondo, eschimesi a parte che non possiedono cavalli, ed infatti schierano, nelle loro file (almeno quando si radunano in abbastanza da formare una fila, cioé almeno in due) gli orsibianchieri  Ghigno
Ok, ci sta. Credo che il fatto che siano Nereidi e non Umani li distacca meglio dal riferimento reale.

In realtà il termine beduino deriva da una parola araba che voleva dire, più o meno: coloro che vivono gironzolando per le vaste lande desertiche in cui a nessun altro verrebbe voglia di gironzolare; ed il termine serviva a distinguere le popolazioni nomadi da quelle stanziali, per le quali veniva usato un altro termine; quindi il termine si riferisce ad uno stile di vita, non ad un gruppo etnico preciso, anche se poi ha finito per diventare, nell'uso comune, sinonimo di alcuni gruppi etnici peraltro di varia origine, ma di comuni usanze, diffusi dalle colonne d'Ercole alle pianure dell'Indo. Quindi, qualora risultasse che i dunefolk avevano abitudini nomadi ecco che il termine beduino risulterebbe particolarmente calzante ed appropriato. Linguaccia
Ok, dopo ulteriori ricerche: ti do ragione.
Beduino è ammissibile e a questo punto anche una buona possibilità.
Bisognerà confermare con le descrizioni delle unità (che arriveranno in futuro), ma per il momento so che parte dei Dunefolk vivono in città e parte viaggiano nel deserto di oasi in oasi.
Le linee di unità "nomadi" sarebbero (uso per il momento i miei nomi):
-l'Erbalista (sicuramente ce ne sono anche in città comunque)
-il Ramingo
-il Cavalcadune
ovvero, le unità liminali.
Quindi potrebbero diventare:
-Erbalista (Beduino) -> secondo me non ce n'è bisogno
-Ramingo Beduino
-Arciere Beduino, Arciere a Cavallo (Beduino), Cavalcadune (Beduino)

TL;DR: Se anche ad altri va bene, possiamo provare ad usare il termine Beduino.
Registrato
Bonta-Kun
Veterano delle Grandi Guerre
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 96


« Risposta #34 inserita:: 30 Maggio 2018, 13:55:29 »

TL;DR: Se anche ad altri va bene, possiamo provare ad usare il termine Beduino.
E mi sembra ovvio che voto a favore di questa proposta: anch'io l'avevo pensata, un paio di pagine addietro... Ghigno

Nel frattempo, sono andato a (ri-)rivedermi nomi e descrizioni delle vecchie unità del Califfato versione 1.12 per aggiungere qualche altro spunto:

1) La proposta del termine "cerusico" trova il mio parere favorevole: infatti, la descrizione della vecchia unità Tabib (diventata ora Dune Apothecary) recita esattamente «Their remedies cannot only heal wounds but remove infection and poison as well». Ossia, non solo curano le ferite, ma eliminano anche le infezioni e gli effetti dei veleni. E considerato che già nel 3000 a.C. la chirurgia assiro-babilonese riguardava anche la rimozione delle sacche purulente, direi che potenzialmente il termine può andar bene.

2) Per quanto riguarda la serie dei "piromani" (Burner - Scorcher - Firetrooper), un termine impiegato a livello militare è "flammiere", ossia il fante dotato di lanciafiamme. Il problema di questo termine sta nel riferimento a guerre moderne (in particolare la I guerra mondiale e il Vietnam), quindi non so quanto possa risultare accettabile in un contesto fantasy. Altrimenti, un'altra idea che mi era venuta è "appiccafuoco", più adatta forse per i primi livelli che non per il L3.

3) In merito invece alla questione degli arcieri a cavallo presentata da Xalzar alla risposta #22, all'epoca della versione 1.12 ci eravamo focalizzati sulle abilità di tiro piuttosto che sulla velocità dei destrieri. Per la cronaca, le unità erano state tradotte come Arciere a cavallo -> Tiratore -> Saettatore.
Dal mio punto di vista, sarebbe bello riuscire a lavorare soprattutto su quest'ultimo nome, visto che richiama da un lato la velocità delle saette, dall'altro l'etimologia derivante dal latino sagitta, ossia "freccia". Se invece ci dobbiamo attenere alla velocità pura, allora stavo pensando a qualcosa del tipo Cavalcadune - Cavalcasabbie - Cavalcatempeste (da intendersi come tempeste di sabbia, con quest'ultima unità che indicherebbe il Windrider).
Registrato
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1535


Il Lucertolino


« Risposta #35 inserita:: 03 Giugno 2018, 16:03:42 »

Ottimi spunti Bonta-kun!  Sorriso
TL;DR: Se anche ad altri va bene, possiamo provare ad usare il termine Beduino.
E mi sembra ovvio che voto a favore di questa proposta: anch'io l'avevo pensata, un paio di pagine addietro... Ghigno
Credo dovremmo chiedere nel forum ufficiale se ci sono problemi ad usare questa traduzione, altrimenti va più che bene.

La proposta del termine "cerusico" trova il mio parere favorevole: infatti, la descrizione della vecchia unità Tabib (diventata ora Dune Apothecary) recita esattamente «Their remedies cannot only heal wounds but remove infection and poison as well». Ossia, non solo curano le ferite, ma eliminano anche le infezioni e gli effetti dei veleni. E considerato che già nel 3000 a.C. la chirurgia assiro-babilonese riguardava anche la rimozione delle sacche purulente, direi che potenzialmente il termine può andar bene.
Non sono sicuro che la chirurgia sia il metodo con cui il "Dune Apothecary" curi le truppe alleate. Credo usi erbe principalmente, dalle proprietà abbastanza miracolose direi. Dovrò informarmi meglio con chi ne sa di più.

Per quanto riguarda la serie dei "piromani" (Burner - Scorcher - Firetrooper), un termine impiegato a livello militare è "flammiere", ossia il fante dotato di lanciafiamme. Il problema di questo termine sta nel riferimento a guerre moderne (in particolare la I guerra mondiale e il Vietnam), quindi non so quanto possa risultare accettabile in un contesto fantasy. Altrimenti, un'altra idea che mi era venuta è "appiccafuoco", più adatta forse per i primi livelli che non per il L3.
Flammiere è perfetto. Direi di non preoccuparsi per la modernità del nome, d'altronde Wesnoth è a tema medievale eppure esistono cannoni e, appunto, lanciafiamme.

In merito invece alla questione degli arcieri a cavallo presentata da Xalzar alla risposta #22, all'epoca della versione 1.12 ci eravamo focalizzati sulle abilità di tiro piuttosto che sulla velocità dei destrieri. Per la cronaca, le unità erano state tradotte come Arciere a cavallo -> Tiratore -> Saettatore.
Dal mio punto di vista, sarebbe bello riuscire a lavorare soprattutto su quest'ultimo nome, visto che richiama da un lato la velocità delle saette, dall'altro l'etimologia derivante dal latino sagitta, ossia "freccia". Se invece ci dobbiamo attenere alla velocità pura, allora stavo pensando a qualcosa del tipo Cavalcadune - Cavalcasabbie - Cavalcatempeste (da intendersi come tempeste di sabbia, con quest'ultima unità che indicherebbe il Windrider).
Le tue proposte mi piacciono quasi equamente, ma una prevale.
Se trovassi un nome sostitutivo a "Tiratore" le considererei alla pari. Al momento preferisco l'opzione "Cavalcadune" eccetera (e le tue proposte per questa vanno bene).
Registrato
Argesilao
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 205



« Risposta #36 inserita:: 03 Giugno 2018, 19:04:10 »

Per una unità arciere a cavallo come suona Sagittario?

Magari ci si può aggiungere qualcosa tipo: delle dune, del deserto e chi più ne ha più ne metta.

Argesilao lo zodiacale

P.S. Non centra un piffero, ma non si potrebbe usare Menafendenti per l'orcish grunt o uno dei suoi avanzamenti? Si sposerebbe bene anche con le descrizioni delle unità.

Argesilao il fissato con il menafendenti
« Ultima modifica: 03 Giugno 2018, 19:10:12 da Argesilao » Registrato

Quello che non ti uccide ti rende più menomato

Il caso non esiste, esiste solo l'inevitabile
(Yuko Ichihara)

Sai tu qual sia in questa nera valle la risultanza ed il premio di ogni sacrifizio umano? Calci nel deretano!
(Brancaleone da Norcia)
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1535


Il Lucertolino


« Risposta #37 inserita:: 04 Giugno 2018, 11:42:30 »

Ho chiesto nel forum ufficiale informazioni riguardo "Beduino" e la medicina degli Erbalisti Dunefolk.
Mentre attendo risposte invece...

Per una unità arciere a cavallo come suona Sagittario?
Mi sono informato per bene sul termine.

Normalmente, per i più il termine indica il segno zodiacale - che essenzialmente è un centauro arciere. Potrei dire che allora è meglio riservare questo termine per un futuro centauro arciere ma non credo arriverà mai in mainline...  Ghigno Inoltre, se mai dovesse arrivare, affronteremo il problema allora - quindi ciò non costituisce un problema.

Sagittario però originariamente andava ad indicare una truppa ausiliaria dell'esercito romano: arcieri a piedi o - specialmente in epoche più tarde - a cavallo.
Che sia un termine romano non credo dia problemi, dato che già in questa fazione c'è un termine greco (catafratto).
Quindi il responso secondo me è: ammissibile.

Io allora aggiornerei alcune traduzioni:
Inceneritore -> Flammiere -> Piromane
Spiegazione: Inceneritore è il miglior nome tra i tre precedentemente proposti; Flammiere è il nome tecnico perfetto per un soldato con lanciafiamme esperto; Piromane l'avevo escluso inizialmente ma mi sono andato a rivedere la descrizione del livello 3 ed è canonico che quei tipi sono abbastanza psicotici.
Cavalcadune - Cavalcasabbie - Cavalcatempeste oppure Arciere a cavallo -> Sagittario -> Saettatore
Spiegazione:
1) la prima alternativa evidenzia la velocità e la destrezza nel muoversi nel deserto: in descrizione i livelli 2 e 3 fanno presente questa caratteristica.
2) la seconda alternativa evidenzia le capacità con l'arco: Arciere a cavallo è descrittivo, ottimo per il primo livello; Sagittario, in descrizione si capisce che uomo e cavalcatura sono in unisono grazie al loro stretto rapporto (quasi come fossero un unico corpo, aggiungerei - esattamente ciò che ha portato alla nascita del mito dei centauri! Tutto torna!  Felice); Saettatore l'ho messo al livello 3 perché in descrizione si dice "...rain arrows down upon the enemy" - dal che immagino siano arcieri estremamente rapidi nello scoccare frecce.
Se dite potremmo aprire un sondaggio, ma se la partecipazione non è molta risulterebbe un po' inutile.
Altra ipotesi balorda potrebbe essere quella di "unire" le due traduzioni:
Arciere Cavalcadune -> Sagittario Cavalcadune (o si ritorna a Tiratore Cavalcadune) -> Saettatore Cavalcadune

Per quanto riguarda Menafendenti, è vero che starebbe bene solo ad Orchi o Ogre, ma al momento direi che le traduzioni per loro sono apposto - non ne sostituirei alcuna.
Sembra stia a pennello per una specie di Orco Berserker comunque.
Registrato
zepko
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305



« Risposta #38 inserita:: 04 Giugno 2018, 20:49:05 »

Devo dire che "Beduino" non mi fa impazzire. Vero che etimologicamente ci sta, ma la mia mente continua ad andare ad una popolazione reale e anche in un certo senso contemporanea, per cui non mi attira questa traduzione. Ma forse è solo questione di abitudine. Io continuo a preferire "Popolo delle dune".

Detto questo, qual è l'idea con i nomi delle unità? Mettere "beduino" a tutti i nomi o solo a quelli in cui è strettamente indispensabile (io propendo per questa opzione, qualunque sia il nome del popolo che sarà scelto)?
Registrato

Nicodema
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 369


GRRRRRRRRRRRRR


« Risposta #39 inserita:: 06 Giugno 2018, 14:56:13 »

Io sono d'accordo con Zepko.
Il termine beduini riporta decisamente alla realtà reale, mentre popolo delle dune è decisamente più fantasy.

Piuttosto beduino lo terrei buono per il nome specifico di una unità.

Riguardo al cerusico, a me non piace questa traduzione. I cerusici per lo più erano chirurghi che avevano ben poco di medico ed il loro ruolo era infatti spesso ricoperto dai macellai o dai barbieri.

A me suonano meglio termini tipo erborista o erbalista o alchimista o farmacista
Registrato
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1535


Il Lucertolino


« Risposta #40 inserita:: 10 Giugno 2018, 18:13:52 »

Il termine beduini riporta decisamente alla realtà reale, mentre popolo delle dune è decisamente più fantasy.
Riguardo al cerusico, a me non piace questa traduzione. I cerusici per lo più erano chirurghi che avevano ben poco di medico ed il loro ruolo era infatti spesso ricoperto dai macellai o dai barbieri.
A me suonano meglio termini tipo erborista o erbalista o alchimista o farmacista

Parlando nel forum ufficiale ho avuto modo di avere un'opinione da parte di un utente che ha seguito lo sviluppo della fazione recentemente.
Le sue risposte corrispondono alle preferenze di Zepko e Nicodema: è meglio evitare di tirare in ballo i Beduini per non incorrere in eventuali parallelismi spiacevoli (immaginate se in una campagna i Dunefolk venissero dipinti come malvagi...); la chirurgia non è specificatamente parte della fantasia del Tabib mentre piante medicinali, estratti minerali ed ingredienti di origine animale sono più plausibili.

Suggerisco di tenere "Popolo delle Dune" e procedere a trovare una traduzione definitiva per le unità; in base ai nomi poi possiamo vedere se e dove c'è la necessità di aggiungere la traduzione di "Dune" nel nome dell'unità.

Lascio ancora un po' di giorni per aggiungere proposte per i nomi delle unità, quindi stilerò la lista semidefinitiva con le proposte migliori (mi si correggerà allora qualora dimenticassi nomi) e quindi si definirà una volta per tutte la traduzione.
Se poi in futuro si volesse migliorare qualcosa, ci si penserà allora.
Registrato
Pagine: 1 2 [3]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a: