WIF - La Community Italiana di The Battle for Wesnoth

Wesnoth Italian Forum
La Community Italiana di The Battle for Wesnoth uno dei migliori giochi multiplayer online gratis open source, a turni di ambientazione fantasy. Iscriviti a wifper partecipare ai tornei online, allo sviluppo di nuove estensioni (campagne, mappe, ere, scenari, fazioni) e a tutte le iniziative di w.i.f. per questo meraviglioso gioco strategia . Giocare gratis on line non è mai stato più facile.

Se stai cercando giochi multiplayer online, giochi di strategia, giochi a turni, giochi open source, giochi gratuiti o giochi fantasy, vieni a giocare online in multiplayer con noi! Questo è il forum che cercavi.
25 Maggio 2018, 11:29:17 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 Notizia
VENITE A TROVARCI NELLA CHAT DI W.I.F.
- per organizzare partite ed incontri Ghigno  -
Ti aspettiamo!
Ricerca avanzata  
Pagine: 1 2 [3]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Una "Nuova" razza da tradurre  (Letto 548 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Argesilao
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 197



« Risposta #30 inserita:: 17 Maggio 2018, 19:10:08 »

Stavo pensando che forse si può indulgere a nomi che hanno riferimenti storici, geografici e mitologici nel mondo reale; in fondo esistono già un Merman Hoplite ed un Naga Myrmidon.

L'importante è che il termine usato abbia un significato generalmente univoco e attinente alle caratteristiche del personaggio a cui viene abbinato.

Argesilao il Beduinofilo
 
Registrato

Quello che non ti uccide ti rende più menomato

Il caso non esiste, esiste solo l'inevitabile
(Yuko Ichihara)

Sai tu qual sia in questa nera valle la risultanza ed il premio di ogni sacrifizio umano? Calci nel deretano!
(Brancaleone da Norcia)
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1532


Il Lucertolino


« Risposta #31 inserita:: 17 Maggio 2018, 23:43:38 »

Stavo pensando che forse si può indulgere a nomi che hanno riferimenti storici, geografici e mitologici nel mondo reale; in fondo esistono già un Merman Hoplite ed un Naga Myrmidon.
Non vedo una completa corrispondenza nel tuo ragionamento: il problema è quando si esce dalla mitologia e si va a far riferimento direttamente al reale...
Oplita = tipo di soldato, ovviamente non c'è problema nell'usarlo come non c'è problema ad usare Cavaliere, Lanciere, Spadaccino, Arciere.
Mirmidone = popolazione mitologica, con nessun riferimento storico diretto a popolazioni reali, ed è come usare Elfo, Nano, Nereide, o lo stesso Naga. Più che altro, mi chiedo cosa c'azzecchi questo termine (greco) con i Naga - di chiara ispirazione indiana. Ma questo è un problema a monte.
Beduino = popolazione realmente esistente nel passato e nel presente.

Mi dispiace di essere sempre io ad affossare la tua idea  Bocca cucita, ma ancora non sono convinto e le argomentazioni di cui sopra non sono congrue. Aspetto migliori argomenti per convincermi della bontà di tale traduzione.  Triste
Registrato
Argesilao
Maestro di Battaglia
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 197



« Risposta #32 inserita:: 18 Maggio 2018, 22:29:21 »

Oplita = tipo di soldato, ovviamente non c'è problema nell'usarlo come non c'è problema ad usare Cavaliere, Lanciere, Spadaccino, Arciere.

Si, ma è un tipo di soldato tipico ed esclusivo della grecia e delle sue colonie nella limitatezza temporale del periodo classico. Mentre Cavalieri, lancieri, spadaccini ed arcieri sono tipi di soldati diffusi in tutti gli eserciti del mondo, eschimesi a parte che non possiedono cavalli, ed infatti schierano, nelle loro file (almeno quando si radunano in abbastanza da formare una fila, cioé almeno in due) gli orsibianchieri  Ghigno

Beduino = popolazione realmente esistente nel passato e nel presente.

In realtà il termine beduino deriva da una parola araba che voleva dire, più o meno: coloro che vivono gironzolando per le vaste lande desertiche in cui a nessun altro verrebbe voglia di gironzolare; ed il termine serviva a distinguere le popolazioni nomadi da quelle stanziali, per le quali veniva usato un altro termine; quindi il termine si riferisce ad uno stile di vita, non ad un gruppo etnico preciso, anche se poi ha finito per diventare, nell'uso comune, sinonimo di alcuni gruppi etnici peraltro di varia origine, ma di comuni usanze, diffusi dalle colonne d'Ercole alle pianure dell'Indo. Quindi, qualora risultasse che i dunefolk avevano abitudini nomadi ecco che il termine beduino risulterebbe particolarmente calzante ed appropriato. Linguaccia


Registrato

Quello che non ti uccide ti rende più menomato

Il caso non esiste, esiste solo l'inevitabile
(Yuko Ichihara)

Sai tu qual sia in questa nera valle la risultanza ed il premio di ogni sacrifizio umano? Calci nel deretano!
(Brancaleone da Norcia)
Xalzar
Eroe del Reame
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1532


Il Lucertolino


« Risposta #33 inserita:: 19 Maggio 2018, 12:26:30 »

Oplita
Si, ma è un tipo di soldato tipico ed esclusivo della grecia e delle sue colonie nella limitatezza temporale del periodo classico. Mentre Cavalieri, lancieri, spadaccini ed arcieri sono tipi di soldati diffusi in tutti gli eserciti del mondo, eschimesi a parte che non possiedono cavalli, ed infatti schierano, nelle loro file (almeno quando si radunano in abbastanza da formare una fila, cioé almeno in due) gli orsibianchieri  Ghigno
Ok, ci sta. Credo che il fatto che siano Nereidi e non Umani li distacca meglio dal riferimento reale.

In realtà il termine beduino deriva da una parola araba che voleva dire, più o meno: coloro che vivono gironzolando per le vaste lande desertiche in cui a nessun altro verrebbe voglia di gironzolare; ed il termine serviva a distinguere le popolazioni nomadi da quelle stanziali, per le quali veniva usato un altro termine; quindi il termine si riferisce ad uno stile di vita, non ad un gruppo etnico preciso, anche se poi ha finito per diventare, nell'uso comune, sinonimo di alcuni gruppi etnici peraltro di varia origine, ma di comuni usanze, diffusi dalle colonne d'Ercole alle pianure dell'Indo. Quindi, qualora risultasse che i dunefolk avevano abitudini nomadi ecco che il termine beduino risulterebbe particolarmente calzante ed appropriato. Linguaccia
Ok, dopo ulteriori ricerche: ti do ragione.
Beduino è ammissibile e a questo punto anche una buona possibilità.
Bisognerà confermare con le descrizioni delle unità (che arriveranno in futuro), ma per il momento so che parte dei Dunefolk vivono in città e parte viaggiano nel deserto di oasi in oasi.
Le linee di unità "nomadi" sarebbero (uso per il momento i miei nomi):
-l'Erbalista (sicuramente ce ne sono anche in città comunque)
-il Ramingo
-il Cavalcadune
ovvero, le unità liminali.
Quindi potrebbero diventare:
-Erbalista (Beduino) -> secondo me non ce n'è bisogno
-Ramingo Beduino
-Arciere Beduino, Arciere a Cavallo (Beduino), Cavalcadune (Beduino)

TL;DR: Se anche ad altri va bene, possiamo provare ad usare il termine Beduino.
Registrato
Pagine: 1 2 [3]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a: